• 0781 23692
  • asproni.iscola@upz.it

Piazza Sella/Via Matteotti/Fontana de su Maimonini

Piazza Sella

lon. 312878 lon.536801

IMG_4539

La Piazza Sella ha un ruolo centrale sia dal punto di vista sociale, come luogo di incontro, sia per quanto riguarda la viabilità in quanto dislocata sul percorso in direzione della strada statale per Cagliari. La città di Iglesias ha origini minerarie e non poteva mancare una piazza dedicata a chi ha contribuito allo sviluppo delle miniere: Quintino Sella (1827-1884), amministratore piemontese, intraprendente pioniere minerario, che ha fatto fare alla città un decisivo passo verso la modernità. Il Comune di Iglesia, nella seduta del 13 dicembre 1871, conferì a Quintino Sella la cittadinanza onoraria, in segno di riconoscenza, poichè era stato l’iniziatore della Scuola dei Capi Minatori e Capi Officina acclamandolo Cittadino Ecclesiense e Benemerito della Patria. Alla sua morte, si costituì in città un comitato tromotore per un monumento all’Onorevole Sella e si aprì una sottoscrizione per raccogliere il denaro che doveva servire per le spese. Il monumento, opera dello scuoltore Giuseppe Sartorio, fu eretto il 7 giugno 1885 con la seguente iscrizione: A QUINTINO SELLA/ONORE DELLA SCIENZA E DELLA PATRIA/PROPUGNATORE DELL’INDUSTRIA MINERARIA E DELLA SCUOLA DEI CAPI MINATORI DI IGLESIAS/PER PUBBLICA SOTTOSCRIZIONE/CONCORRENDO/GOVERNO-PROVINCIA/MUNICIPI/MINATORI DI SARDEGNA/ERESSERO/B.S. Oggi la piazza, di forma rettangolare, si trova tra le vie Val Verde, Via Gramsci e Via Garibaldi. E’ allestita con numerose panchine di ferro ed è adornata da enormi aiuole che circondano alberi centenari.

Via Matteotti

lat. 312218 lon. 534916

IMG_4549

La Fontana de su Maimoni

lat. 313650 lon. 533946

IMG_4553

Secondo alcuni ricercatori Maimone corrisponde all’antica divinità Fenicia della pioggia. Altri studiosi come Mario Ligia affermano invece che Maimone corrisponda ad una divinità della pioggia di origine protosarda. Sempre Mario Ligia lo identifica con la divinità pluvia libico-belvera di Amon. Il padre dell’archeologia sarda Giovanni Liliu nella sua opera La civiltà dei sardi scrive che maimone era un essere demoniaco invocato facitore di pioggia a Cagliari ed a Ghilarza mentre ad Iglesias era lo spirito di un pozzo. Questo culto oggi è ancora presente a Ogliastra e in alcune parti della Barbagia.