• 0781 23692
  • asproni.iscola@upz.it

Convento – S. Madonna delle Grazie

Convento – S. Madonna delle Grazie

lat. 39,311996 – long. 8,533065

Storia e restauri

La chiesa, di impianto gotico, in origine era intitolata a San Saturno è ascrivibile alla fine del XIII secolo. Solo in seguito alla II fase edilizia del 1614 venne intitolata alla Madonna delle Grazie.

Descrizione estetica

IMG_4484

Della struttura iniziale rimane solo la parte inferiore della facciata con un portale a lunetta, una monofora e una cornice di archetti poggiante la quale poggia su piccole mensole. La parte superiore, rimaneggiata in seguito come l’interno nel XVII e nel XVIII secolo, presenta un timpano spezzato ed un campanile a vela di epoca rinascimentale affiancato da volute a dorso di delfino.  La chiesa ha pianta mononavata divisa in sei campate delimitate da archi diaframma a sesto acuto, a sostegno della copertura in legno con travi a vista. Alcune cappelle sono state ricavate nelle spesse mura perimetrali, mentre solo l’ultima a sinistra è dotata di altare marmoreo ed è praticabile. Il presbiterio, rialzato rispetto all’aula, ha un tamburo ottagonale con quattro finestre e cornice dentellata, che funge da elemento di raccordo con la cupola.

 

Note

All’interno della chiesa si possono ammirare gli eleganti fregi che decorano l’arco trionfale, oltre ad un dipinto del XVI secolo, conservato in sagrestia, raffigurante San Saturno in veste di soldato mentre tiene nella mano destra la foglia di palma.

 

 

 

 

 

 

 

 

(fonte: www.sulcisigleisente.eu)