• 0781 23692
  • asproni.iscola@upz.it

Il Laboratorio BIT.dd@1.0

Logo BIT.dd@1.0

MAPPA DEL LABORATORIO

 

Le occasioni create per scoprire, raccontare e vivere il proprio quartiere, la propria città e il territorio grazie alle tecniche di audio-video digitale, di mapping, di georeferenziazione econ la tecnologia QRCode, unite alle metodologie di analisi urbana del noto autore Kevin Lynch (autore dell’ “Immagine della città” che utilizza i 5 elementi chiave: Percorsi, Margini, Quartieri, Nodi e Riferimenti) diventano lo strumento per condurre il progetto in questione.

I partecipanti al laboratorio, saranno messi a contatto con una serie di stimoli e di elementi di complessità progettuale, tecnica e relazionale-comunicativa costituendo un terreno di azione, confronto e crescita di notevole impatto e coinvolgimento creativo.

Gli obiettivi generali del progetto sono:
• Promuovere azioni di sensibilizzazione sociale e ambientale attraverso l’integrazione sociale e culturale con il proprio territorio urbano di appartenenza e forme di collaborative mapping;
• Promuovere l’attitudine a confrontarsi con i pari in attività di team-work;
• Favorire la motivazione e l’attenzione selettiva sugli elementi di una situazione laboratoriale;
• Sviluppare le capacità ad individuare e a raggiungere degli obiettivi predefiniti;
• Promuovere il processo creativo di narrazione per immagini e per parole;
• Sviluppare la capacità metodologica di ricerca da effettuare presso biblioteche di quartiere, e /o tramite internet;
• Introdurre le abilità necessarie per utilizzare correttamente di tool e processi di manipolazione di immagini e suoni digitali; • Introdurre e approfondire le conoscenze sull’analisi urbana;
• Incrementare le competenze tecniche sugli strumenti utilizzati;
• Apprendere metodologie di problem-setting e di problem-solving nella risoluzione di casi concreti;
Alcuni degli obiettivi specifici :
• Comprendere attivamente le idee e i dettami strategici della cultura delle contemporanee smart-city;
• Acquisire metodologie di scrittura creativa e di creazione di storyboard;
• Apprendere i rudimenti della sceneggiatura video digitale e di tutte le fasi progettuali ed esecutive necessarie per produrre un videoclip;
• Saper utilizzare la lingua inglese per rendere il prodotto finale condivisibile a livello internazionale;
• Apprendere i rudimenti della tecnologia CAD-CAM e della stampa 3D. Le principali metodiche utilizzate si configurano all’interno di innovative pratiche formative e didattiche quali: “Learning by doing” “Peer-to-peer”, “Role playing”, “Outdoor Training”, “Brain Storming” ed il “Problem Solving. Utilizzando gli strumenti del videomaking e della tecnologia QRCode, la città reale e la città digitale si fonderanno in un habitat denso di riferimenti storici, artistici, visivi, emozionali, tattili, sensoriali ecc.. Il partecipante ne saprà cogliere segni e significati che andranno ad accrescere il proprio grado di integrazione con gli altri e con il contesto urbano di appartenenza in una generale strategia di collaborative mapping Per l’articolato ventaglio di aspetti disciplinari e cognitivi che saranno coinvolti durante le varie fasi laboratoriali lo studente potrà sicuramente acquisire una serie di competenze specifiche legate alla gestione di immagini, suoni e musiche per la realizzazione di un prodotto multimediale e trasversali che potrebbero consentire al discente di trasformare i saperi in un comportamento attivo e propositivo, efficace all’interno di ogni specifico contesto. Per quanto riguarda i risultati attesi, i partecipanti al laboratorio, saranno messi a contatto con una serie di stimoli e di elementi di complessità progettuale, tecnica e relazionale-comunicativa costituendo un terreno di azione, confronto e crescita di notevole impatto e coinvolgimento creativo.
Gli Work Package previsti, meglio descritti di seguito, sono:
WP1: A.1 Cartoline dalla mia memoria. In questo step, gli animatori e i docenti stimolano gli studenti a raccontarsi attraverso il gioco della “cartolina dalla tua memoria”, che invita a raccontare un luogo della propria città particolarmente amato che andrà a costituire un primo itinerario emozionale dei luoghi che saranno esplorati e documentati successivamente. Una grande carta urbana accoglie le cartoline in una forma di installazione artistica.
WP3: A.2 CIACK si gira! Animazione del laboratorio di regia multimediale, in cui l’esperto video-maker, insegnerà i rudimenti per l’uso consapevole delle tecnologie audio video e di editing. Prime prove di scrittura dello story-board.
WP2: A.3 L’Immagine della Città: analisi di un percorso urbanoSecondo le ricerche di Kevin Lynch, noto specialista in analisi e recupero dell’ambiente urbano, l’immagine che noi ci formiamo di una determinata città è sostanzialmente determinato da alcune principali categorie di elementi: PERCORSI, MARGINI, QUARTIERI, NODI, RIFERIMENTI
WP4: A.4 Laboratorio digitale di stampa 3D e QR Coding Il laboratorio prevede l’utilizzo della stampa 3D per la creazione di particolari supporti fisici per la veicolazione dei QR Code da applicare nei diversi luoghi urbani identificati dal progetto. I tutor tecnologici mostreranno i rudimenti del progetto del renering digitale CAD-CAM e i passaggi per arrivare al modello fisico da stampare in sintesi adittiva. Si procederà alla progettazione e alla stampa dei supporti pronti al loro inserimento urbano.
WP5: A.5 Collaborative Mapping Ispirandosi a progetti già sperimentati di creazione piattaforme di collaborative mapping, si progetterà un sistema di rilevamento dati, attraverso cui i cittadini potranno caricare foto, video, suoni e testi che contribuiranno a scrivere la colonna sonora della città per una nuova narrazione urbana collettiva.
WP6: A.6 Comunicazione e monitoraggio finale Documentazione e comunicazione dei risultati ottenuti, attraverso storyboard, cartelloni tematici, poster, raccolte e book fotografici, video, storytelling, azione su socialnetwork, siti internet, esposizioni, installazioni ambientali ecc., secondo le scelte condivise dai gruppi di lavoro.
Il presente progetto è destinato a studenti della  Scuola Secondaria di Secondo Grado.

Logo Regione Sardegna Logo Sardegna Ricerche Logo CRS4

Invia il messaggio